Associazione FASSA

Associazione FASSA

Elezioni 21 ottobre 2018
Provincia Autonoma di Trento

Il Programma integrale

Elezioni provinciali 21 ottobre 2018
Programma dell'Associazione Fassa

Uniti per una Valle davvero protagonista

L’Associazione FASSA si propone di dare peso e sostanza a temi che le forze politiche che hanno governato fino ad oggi la Valle di Fassa ed il Trentino non hanno voluto considerare, e continuano a non considerare, con la giusta importanza e valenza.
La nostra valle continua ad evolversi ed i problemi da affrontare sono sempre più numerosi e difficili. Se non li affrontiamo con coraggio, competenza, efficacia e determinazione rischiamo di arrivare tardi e ritrovarci in futuro un territorio più povero, abbandonato a se stesso ed economicamente in grossa difficoltà.

 

Ecco i temi e le problematiche che vogliamo affrontare e per i quali trovare soluzioni concrete ed appropriate:

 

La ladinità della Val di Fassa

Contrariamente a quello che pensa qualcuno, all’associazione FASSA sta particolarmente a cuore la storia, la tradizione e l’anima ladina che è dentro ad ognuno di noi.
La cultura ladina che ci tramandiamo da secoli deve essere valorizzata e rafforzata per non essere sopraffatta dalle minacce di omologazione che la globalizzazione mondiale e l’internazionalizzazione portano quotidianamente anche nei nostri territori dolomitici. Mantenere le nostre radici in modo profondo e forte ci consente di mettere al sicuro la nostra identità di minoranza linguistica anche in futuro, mantenendo intatto il nostro panorama culturale e linguistico. Da parte nostra sarebbe auspicabile un impegno forte per l’unità ladina dei popoli dolomitici, anche se ci rendiamo conto che questo obiettivo passa per un percorso difficile e molto impegnativo.

Il Comun General de Fascia

Il Comun General ha avviato un cammino non privo di difficoltà e di ostacoli: in quanto la riforma istituzionale della Provincia Autonoma di Trento fa fatica ad entrare a regime.
L’Associazione FASSA vuole un Comun General forte che possa autonomamente gestire il nostro territorio, che possa finalmente superare i campanili ed i particolarismi, per fornire alla nostra Comunità maggiori servizi a costi contenuti e soprattutto che sia un Ente in grado di alleggerire il meccanismo burocratico per favorire il cittadino. Riteniamo che la rappresentanza politica della Valle di Fassa debba essere vicina a questa importante Istituzione e fungere da stimolo per renderla più efficace ed incisiva, non certo abbandonarla al proprio destino, è quindi necessario dare più peso alla partecipazione attiva del territorio e proseguire con entusiasmo nel proporre dibattiti ed incontri pubblici periodici sui temi più importanti per lo sviluppo e la crescita della nostra Valle di Fassa.

ECONOMIA

Il Turismo

La valle di Fassa è un territorio ad altissima vocazione turistica e nel corso degli anni l’intero sistema economico della Valle si è basato sul turismo in modo diretto o indiretto. E’ fondamentale e necessario quindi, riportare il sistema turistico al centro della politica di sviluppo della Valle per garantire nel tempo competitività e redditività delle aziende turistiche e dell’intero comparto.
La valle di Fassa ha un prodotto turistico di eccellenza e rappresenta quasi un quinto dell’intero sistema turistico del Trentino, in un periodo di congiuntura economica e di difficoltà generale vanno attuate delle politiche di sostegno alle imprese ed alle aziende di questo settore che è trainante per l’intera economia della Provincia di Trento. A tale scopo riteniamo che sia importante rilanciare e consolidare il ruolo della nostra Azienda per la Promozione Turistica di Valle, garantendo le risorse finanziarie della Provincia per il mantenimento degli uffici di informazione presenti sul territorio e per il finanziamento dei principali eventi e progetti turistici. Va inoltre sempre più favorita la collaborazione tra pubblico e privato per incentivare i progetti di marketing territoriale specifici e la promo-commercializzazione del prodotto turistico. La valle si è dimostrata sensibile ed attenta nella fase di privatizzazione delle aziende di promozione turistica di ambito mettendo in campo una forma societaria efficace, oggi quel modello va valorizzato e messo in condizione di avere le giuste risorse a disposizione. In questi ultimi tempi si è dibattuto molto sull’introduzione dell’imposta di soggiorno, l’Associazione Fassa ritiene che sia possibile solo a patto che le risorse raccolte rimangano sul territorio di competenza e vengano destinate a progetti di promozione e sviluppo turistico, non gravando ovviamente sui bilanci delle aziende ma venga pagata direttamente dall’ospite come avviene già oggi nel resto d’Italia.

In sintesi alcuni punti qualificanti per il rilancio del sistema turistico della Valle di Fassa:

• La realizzazione in valle di una scuola superiore dell’Hotellerie che possa formare i nuovi manager delle nostre aziende turistiche.

• Alleggerire il carico burocratico ed accelerare i tempi della Pubblica amministrazione

• Agevolare l’accesso al credito per le aziende e per le imprese

• Favorire al massimo l’integrazione tra settori economici (enogastronomia – agricoltura di montagna – artigianato – prodotti tipici locali)

• Facilitare il passaggio generazionale

• Migliorare la mobilità e le infrastrutture per rendere la nostra località più accessibile e più vivibile.

Artigianato e commercio

L’artigianato in Valle di Fassa è uno dei settori che ha risentito maggiormente della crisi di questi ultimi anni, è quindi necessario avviare una politica di sostegno alle aziende artigianali locali. L’associazione Fassa propone questi punti qualificanti per il rilancio dell’artigianato:

• Favorire l’insediamento di nuove aree artigianali

• Proporre delle agevolazioni per le imprese (energetica, amministrativa, fiscale)

• Favorire la ristrutturazione e la riqualificazione energetica degli edifici esistenti

• Favorire ed incentivare la collaborazione tra imprese locali

• Avviare una politica di sensibilizzazione sulla popolazione che sostenga l’economia e l’artigianato locale avvalendosi delle aziende locali

Il commercio in Valle di Fassa è un settore direttamente collegato con il turismo, quindi le azioni che vengono intraprese a sostegno di questo settore hanno una ricaduta diretta anche sul commercio, in particolare tuttavia l’Associazione Fassa ritiene importante evidenziare alcuni punti qualificanti per il settore commerciale:

• Valorizzazione del commercio nei centri storici o “luoghi storici del commercio”

• Favorire la realizzazione di isole pedonali e le varianti viabilistiche ai paesi

• Valorizzare l’arredo urbano dei centri storici e dei luoghi storici del commercio

• Favorire al massimo l’integrazione e la collaborazione tra settori economici (turismo – commercio – artigianato locale)

• Proporre delle agevolazioni per le imprese favorendo l’abbattimento dei costi (energetici, amministrativi, fiscali)

Agricoltura e attività zootecniche

L’Associazione Fassa ritiene che si debba proseguire con una politica di sostegno all’agricoltura di montagna, favorendo tutte le iniziative per la valorizzazione del patrimonio agricolo e nel rilancio del lavoro dei pochi contadini rimasti. Una politica attenta all’economia rurale si riflette in positivo anche nella manutenzione del territorio, i contadini hanno infatti un importante ruolo nel presidio della campagna estrema e svolgono una vera e propria azione di custodi, di giardinieri del territorio, evitando l’avanzata dei boschi. L’agricoltura di montagna è parte integrante del turismo della Valle di Fassa ed è un importante mezzo per veicolarne l’immagine.

TERRITORIO AMBIENTE E INFRASTRUTTURE

Il tema della mobilità e viabilità in questi mesi è di grande attualità. Il destino della Valle di Fassa è legato al Piano Stralcio della mobilità e viabilità di Fassa. Le Amministrazioni Comunali ed il Comun General attraverso un lavoro sinergico hanno evidenziato le priorità della valle per quanto riguarda queste tematiche. L'Associazione Fassa ribadisce l'importanza di procedere senza ulteriori indugi e rallentamenti per il raggiungimento di questi obiettivi prioritari e strategici, dai più immediati come la messa in sicurezza degli incroci pericolosi (ad esempio quello di Forno) a quelli più ambiziosi di mobilità interna. Ecco allora che vediamo con favore lo studio e l'introduzione di sistemi di mobilità alternativa in abbinamento con il sistema di trasporto degli impianti a fune esistente verso i punti di maggior attrazione turistica (aree sciabili – Passi Dolomitici). L'obiettivo finale è costituire e sostenere un sistema di trasporto ad alta frequenza tra i paesi della valle di Fassa per garantire ed incentivare lo spostamento dei valligiani e degli ospiti, sia nelle ore diurne, sia nelle ore serali/notturne. No alla chiusura o alla limitazione di accesso ai passi dolomitici, sì ad un'eventuale vignetta di Valle, che circoscriva l'unicità dell'entrare in un'area di particolari e uniche bellezze e patrimonio dell’umanità.

Tutela del territorio e pianificazione

La Convenzione Europea del Paesaggio sancisce l’importante principio che una corretta tutela del paesaggio ha come obiettivo uno sviluppo sostenibile fondato sull’equilibrato rapporto tra bisogni sociali, attività economica e ambiente. Si deve giungere quindi ad una tutela che tenga conto dell’intero territorio, dell’ identità, della storia e della cultura della comunità di Fassa.
L’Associazione Fassa ritiene quindi necessario giungere in tempi brevi al piano di comunità di Valle per definire la pianificazione strategica in un ottica nuova, dove finalmente i regolamenti e gli strumenti di pianificazione siano uniformati e uguali per tutti i comuni della Valle di Fassa.

ASUC

Le amministrazioni separate di uso civico rappresentano una ricchezza per la nostra  montagna. Vanno riconosciute alle ASUC, capacità di "autoformazione" e diritto di autogoverno. Questo importante lascito della nostra tradizione dei domini collettivi, va valorizzato non solo per la sua valenza storica ma anche per il loro significato di strumenti di conservazione e di corretta utilizzazione del patrimonio naturale ed economico.

Marmolada

L’Associazione FASSA ha particolarmente a cuore il futuro e lo sviluppo di questa meravigliosa montagna e continuerà le necessarie battaglie affinché si giunga ad un rilancio della “Regina delle Dolomiti”, in particolare riteniamo che vada portato avanti il progetto del 2009 condiviso dal Comune di Canazei e dagli operatori economici del Fedaia, che vada realizzata la pista ciclo – pedonale attorno alla diga come da progetto interregionale avviato in collaborazione tra i comuni di Canazei e Rocca Pietore, infine che si giunga in tempi brevi alla sistemazione e messa in sicurezza della viabilità, soprattutto per renderla transitabile nella stagione invernale (sono troppe oggi le giornate di chiusura della strada del Passo) e allo sviluppo turistico di questa zona, abbandonata a se stessa da anni.

Le Dolomiti Patrimonio dell’Unesco

La Valle di Fassa è un territorio importante e fondamentale dell’area riconosciuta come patrimonio dell’UNESCO, si ritiene quindi che questo aspetto vada sempre maggiormente valorizzato e comunicato attraverso delle azioni concrete come ad esempio la creazione di una rete delle riserve della Valle di Fassa e la valorizzazione ambientale e culturale dei siti Unesco.

Energia e Fonti Rinnovabili

Sul tema dell’energia l’Associazione Fassa ritiene importante che si possa proseguire con una politica di incentivo verso le energie alternative e le fonti rinnovabili (fotovoltaico e pannelli solari), inoltre vanno anche valutate e studiate tutte le nuove forme di fonti energetiche in un ottica di costi e benefici.
Un tema importante riteniamo sia legato alle centrali idroelettriche, che riteniamo debbano essere incentivate, soprattutto quelle di natura pubblica, l’acqua è un bene prezioso ma soprattutto è di tutti, la realizzazione di centrali sui principali ramali di acquedotti e dei torrenti laterali da parte delle amministrazioni pubbliche dovrebbe essere favorita ed incentivata potendo contare su procedure e tempistiche semplificate e velocizzate.

La sicurezza del territorio

Purtroppo la Valle di Fassa non è più l’oasi felice rispetto alla piccola criminalità, i recenti casi di furti negli alberghi della Valle vanno a sommarsi ai furti sempre più frequenti nelle case private e appartamenti, vanno quindi favorite e incentivate tutte le azioni di messa in sicurezza del territorio (sistema di videocontrollo degli accessi e delle principali vie di comunicazione), è necessario inoltre creare una rete di controllo e sorveglianza anche privata, infine va garantito il presidio del territorio da parte delle autorità di pubblica sicurezza anche in una situazione di contrazione delle risorse e di possibile chiusura dei comandi locali di Polizia locale.

CULTURA ED ISTRUZIONE

Cultura

La specificità della cultura Ladina della Valle di Fassa è un elemento decisivo per l’Autonomia Speciale del Trentino, il fattore identitario è il collante per tutta la popolazione di Fassa, è l’elemento che ha dato vita alle rivendicazioni ed al riconoscimento di minoranza linguistica tutelata e valorizzata da specifiche norme da parte della Provincia di Trento. La globalizzazione porta con se il rischio di omologazione vanno quindi innescati processi di difesa e di valorizzazione della cultura ladina, attraverso politiche culturali moderne e forti. L’associazione Fassa ritiene prioritario non disperdere le proprie radici e aprirsi alla modernità e a nuovi modelli di sviluppo culturale attraverso le seguenti iniziative:

• Tutela e valorizzazione del patrimonio storico – artistico

• Studio e salvaguardia del patrimonio entno – antropologico

• Valorizzazione e diffusione dei musei storici – culturali sul territorio

• Sostegno ai principali eventi e manifestazioni etniche e culturali del territorio

• Sostegno all’attività della Scuola Musicale

• Sostegno alle attività delle associazioni culturali (bande – cori – filodrammatiche)

Per raggiungere questi obiettivi in una situazione di riduzione delle risorse a disposizione vanno incentivate sempre di più le forme di collaborazione tra enti pubblici e privati.

Scuola

La formazione scolastica è il pilastro dello sviluppo e del futuro di una comunità, è fondamentale quindi il ruolo delle istituzioni scolastiche per consegnare alla società giovani istruiti e dinamici, pronti a sostenere ed affrontare le sfide della vita, una scuola di qualità migliora il livello della società.
Il sistema scolastico della Valle di Fassa ha raggiunto un buon livello di qualità con l’introduzione del polo della scuola superiore, ma va ulteriormente potenziato aggiungendo una scuola di formazione per l’Hotellerie in grado di formare i giovani manager del settore turistico.
La legge Provinciale del 7 Agosto 2006 n.5, relativa al sistema educativo di istruzione e formazione del Trentino, al titolo III conferisce ampia autonomia al Comun General e alla Scuola Ladina di Fassa da esercitare tramite il Consei General per l’educazion e la formazion sia per quanto riguarda la promozione e la tutela della lingua e della cultura Ladina, ma anche per l’organizzazione del servizio educativo in Valle di Fassa, tenendo conto innanzi tutto dei fabbisogni economico – sociali del territorio, per questo motivo proponiamo una modifica all’articolo 46 comma 2 che possa prevedere una maggiore rappresentanza “popolare” rispetto a quella istituzionale. E’ senza dubbio importante l’insegnamento del Ladino, ma sarebbe auspicabile trovare le formule più adatte per la consegna del patentino a fine del ciclo primario dell’obbligo a chi segue con diligenza il corso relativo. L’Associazione Fassa infine ritiene importante porre attenzione anche alla problematica del trasporto scolastico che dovrebbe essere organizzato tenendo conto anche delle esigenze delle famiglie e garantire efficienza ed efficacia.

LA SANITA’ ED IL SOCIALE

Sanità

Un aspetto molto importante per la Valle di Fassa è l’aspetto sanitario, i servizi di pronto soccorso e medicina specialistica devono essere migliorati, nella bassa stagione turistica per garantire ai nostri concittadini un servizio adeguato e durante le stagioni turistiche considerando la grande affluenza turistica vanno ulteriormente migliorati e potenziati. E’ fondamentale mantenere e sostenere il presidio sanitario di Fiemme (Ospedale), poiché è un servizio irrinunciabile per i cittadini di Fassa e non deve essere depotenziato (è di questi giorni la notizia della possibile dismissione del reparto di pediatria).
Per quanto riguarda la sanità va riconosciuta e valorizzata l’importante funzione svolta dalle locali Croce Bianca e Croce Rossa che vanno sostenute ed aiutate. Particolare attenzione e sostegno meritano anche le attività dell’Aiut Alpin Dolomites e del Soccorso Alpino che prestano un importante servizio soprattutto nelle emergenze sanitarie e nel soccorso in montagna. In valle di Fassa è di particolare importanza anche il ruolo dei privati che in virtù di una maggiore flessibilità organizzativa sono un importante risorsa a supporto del servizio pubblico e specializzati su particolari nicchie di bisogni sanitari. Infine riteniamo che debbano essere potenziati il personale ed i servizi al cittadino (es. fisioterapista, logopedista ecc.) che subiscono sempre di più importanti tagli di spesa.

La famiglia

La famiglia è il luogo dove si nasce e si cresce, è il luogo della solidarietà in cui si genera il capitale umano. In Valle di Fassa questo è un valore storico che va mantenuto e sostenuto, attivando una serie di iniziative che vanno incontro alle famiglie quali ad esempio:

• Politiche tariffarie a favore delle famiglie numerose

• Sostegno ai servizi di prima infanzia e tagesmutter

• Sostegno ai gruppi di mutuo aiuto per le famiglie in difficoltà

• Raggiungimento del marchio FAMILY da parte di tutti i Comuni

• Creazione del Distretto Famiglia in Val di Fassa

I Giovani

I giovani sono il futuro di tutte le generazioni, vanno dunque incentivate e valorizzate tutte le iniziative che si rivolgono a ragazzi ed adolescenti e giovani, in particolare va sostenuto e mantenuto l’importante progetto Giovani di Zona, ma rivedendone le modalità di attuazione, rilanciando l’attività garantendo nel contempo una maggiore autonomia e libertà a livello burocratico e finanziaria. Incentivare inoltre anche i campi estivi, l’estate ragazzi, rilanciandone l’attività e garantendo in collaborazione con le amministrazioni comunali le risorse finanziare necessarie. Altro tema di particolare importanza riguarda la creazione di spazi per i giovani come punti di interscambio e aggregazione. Infine riteniamo vada sostenuto il progetto “mi rendo utile” dedicato ad adolescenti per avvicinarli gradualmente al mondo del lavoro e al modo associazionistico e del volontariato.

Gli Anziani

Considerato l’invecchiamento sempre maggiore della popolazione, puntiamo ad un potenziamento della RSA di Fassa, lavorando per dare l’opportunità ai residenti in Valle di avere la precedenza. Dovrà inoltre essere valutata la possibilità di un potenziamento dell’assistenza domiciliare e dell’accompagnamento a sostegno dei nuclei familiari in possesso dei requisiti previsti. Sostegno ed aiuto meritano tutte le associazioni di volontariato a favore della popolazione anziana, a chi si occupa di malati terminali o che si prende cura e aiuta nella prevenzione del decadimento cognitivo (Alzheimer).
Infine vanno sostenute ed incentivate tutte le iniziative a favore dell’aggregazione e della socializzazione delle persone di età, sostenendo le attività dei circoli anziani e dell’Università della Terza età. Vediamo con favore anche iniziative ed attività che uniscono giovani ed anziani, che andrebbero incentivate ed ampliate.

Le Associazioni di Volontariato

Un patrimonio inestimabile di cui dispone la Val di Fassa è costituito dal grande numero di associazioni di volontariato e di volontari che prestano la loro opera a favore delle comunità della Valle. Queste associazioni vanno sostenute ed aiutate nell’attività quotidiana favorendo una collaborazione costante con le Amministrazioni Comunali e con gli Enti presenti sul territorio della Valle di Fassa.

Il disagio sociale e le dipendenze

La nostra è una piccola comunità, riteniamo molto importante che ogni cittadino si senta tutelato, ascoltato e aiutato anche nei confronti delle possibili tentazioni e dipendenze che sono sempre in agguato: la dipendenza da bevande alcooliche, gioco, internet e stupefacenti. Vanno sostenuti ed incentivati i gruppi di ascolto e di mutuo aiuto, inoltre si ritiene molto importante un serio lavoro di prevenzione in collaborazione con le comunità locali, le scuole, le forze dell’ ordine ed i social network, adottando tutti gli strumenti necessari per ridurre il disagio sociale e le dipendenze, in particolare si ritiene importante:

• Programmare dei momenti informativi

• Incentivare nei locali pubblici proposte alcool free

• Limitare sul territorio il diffondersi del gioco d’azzardo e premiare i locali slot – free

• Attivare degli sportelli di ascolto

LO SPORT

La pratica sportiva rappresenta indubbiamente un valore indipendentemente dall’età, agevola una equilibrata crescita psico – fisica e rappresenta un valido strumento di prevenzione e tutela della salute oltre ad essere un indispensabile strumento educativo. L’associazione Fassa ritiene quindi necessario promuovere e sostenere una regolare pratica sportiva. Vanno inoltre favorite e sostenute tutte le iniziative volte alla creazione di infrastrutture sportive di eccellenza in grado di dare alla Valle di Fassa impulso alla pratica sportiva e ricadute positive sul settore turistico, in particolare riteniamo prioritaria la creazione dello Ski Stadium di Pozza di Fassa e la realizzazione di un palazzetto dello Sport. Infine vanno sostenuti e promossi tutti gli eventi sportivi del territorio per esaltare la naturale vocazione della Valle di Fassa per le discipline sportive. Ci piace immaginare la Valle come una grande palestra a cielo aperto, in grado di promuovere lo sport per i nostri concittadini ed anche per i numerosi turisti che ci visitano durante tutto l’anno.

Le Associazioni sportive

L’Associazione Fassa ritiene che l’utile ed insostituibile lavoro fatto dalle società sportive per la promozione dell’attività sportiva vada sempre più supportato ed aiutato sia dal punto di vista finanziario che dal punto di vista strutturale ed amministrativo, proponiamo quindi che venga mantenuta ed implementata la collaborazione tra Comun General, amministrazioni comunali e associazioni sportive per rendere più efficace e sicura l’attività di queste importanti realtà della Valle di Fassa.

Lista candidati