De Col e il “caso Marmolada”, quante fregnacce!

marmoladaMeno di due settimane fa una delegazione dell’Associazione FASSA, composta dalla Presidente Elena Testor, dal Vicepresidente Francesco Pitscheider e dal sottoscritto, presentava al Presidente del Consiglio Provinciale Bruno Dorigatti, 1200 firme a sostegno della petizione popolare che richiedeva una sistemazione definitiva e sicura della S.p. 641 del Passo Fedaia.

 Apprendo con piacere dall’ufficio stampa della Provincia Autonoma di Trento che questo pomeriggio, convocata la 3^ commissione permanente è stata brevemente trattata anche questa petizione; con meno piacere, invece, leggo le esternazioni a riguardo del Dirigente generale del dipartimento infrastrutture della PAT Raffaele De Col. Continua a leggere

SMA: bene la presentazione della documentazione relativa alla realizzazione dell’impianto Soraga-Moena-Costalunga

SORAGAE’ con piacere che l’Associazione FASSA prende conoscenza della presentazione, da parte della SMA (Società Mobilità Alternativa di Soraga), agli uffici della Provincia Autonoma di Trento della documentazione relativa alla realizzazione  dell’impianto Soraga – Moena – Costalunga.  

Documentazione progettuale frutto di una modalità innovativa e molto battuta negli ultimi anni come il project financing che ha coinvolto importanti aziende artigianali del settore come: Collini, Leitner, Misconel e Sws. Continua a leggere

Consegna firme pro strada del Fedaia al Presidente del Consiglio Provinciale

20130414_102701OGGI:                                                                                       Giovedì 13 giugno, alle ore 15, presso la Presidenza del Consiglio Provinciale di Trento, verranno depositate le 1200 firme raccolte con la petizione che mira a garantire una viabilità sicura e definitiva per la strada del Passo Fedaia, con il collegamento al Veneto sempre aperto.
Jon inant!

De Sirena nominato dal Consorzio dei Comuni del Trentino componente del Tavolo di lavoro in materia ICT

Con una Gianluigi De Sirenacomunicazione del Consorzio dei Comuni del Trentino, datata 5 giugno 2013, il consigliere comunale di Soraga, nonché Curatore e membro del Direttivo dell’Associazione FASSA Gianluigi De Sirena è stato nominato componente del neo costituito Tavolo di lavoro in materia ICT (Tecnologie dell’informazione e della comunicazione).

Tale strumento andrà a supportare l’Area Innovazione e Sviluppo per gli Enti Soci e avrà funzioni consultive e propositive relativamente alla valutazione di iniziative e/o progetti riferiti all’ambito dell’ICT.

Quello delle Tecnologie dell’informazione e della comunicazione è un ambito in forte crescita e di strategica importanza sia per gli Enti e le Istituzioni pubbliche (in riferimento ad esempio alle gestioni associate) quanto per quelli privati, anche in settore imprenditoriale.

Questa nomina non può che essere ulteriore riconoscimento all’affidabilità, all’impegno e professionalità che, il Curatore dell’Associazione FASSA De Sirena ha dimostrato in questo ambito all’interno del Comun General de Fascia. Dedizione che lo porta ad essere partecipe attivamente alla vita economica e sociale della Valle di Fassa non solo in questa sfera d’azione.

Segreteria Associazione Fassa

Relazione annuale della Presidente Elena Testor

Il  percorso è iniziato poco più di un anno fa, il 21 marzo 2012 quando è stata convocata l’Assemblea  Generale dei soci.

Una data per noi importante, in quanto come  primo giorno di primavera, e inizio de NA NEVA SAJON POLITICA, volta a costruire il confronto quale miglior strumento per la crescita fondato sul principio dell’ ASCOLTARE – COMPRENDERE – AGIRE.

L’assemblea ha votato le983891_506252712763846_812081801_n nuove cariche: il Presidente, ruolo che ricopro io, il segretario politico nella persona di Luca Guglielmi, ed il nuovo consiglio direttivo nelle persone di: Francesco Pitscheider, Cornelio Lazzer, Manuel Capovilla, Lucia Mazzel, Alessandro Cianchetta, Diego Depellegrini, Gianluigi de Sirena, Veronica Rizzi. Provibiri: Roberto Guglielmi, Angelo Scarafilo, Juri Besic, che, come previsto dal nostro Statuto, resteranno in carica 3 anni. Continua a leggere